PENELOPE NON TRATTA. Al via il progetto NUVOLE 3 contro la tratta degli esseri umani

Avviato il 1 marzo 2019 il progetto Nuvole 3, finanziato dal Dipartimento Pari Opportunità, a valere sui fondi di cui all’Avviso 3/2018, nell’ambito dell’attuazione degli interventi previsti dal Piano Nazionale Antitratta.

L’associazione Penelope, iscritta alla seconda sezione (ex terza) del Registro Nazionale degli Enti e delle associazioni che operano a favore degli stranieri immigrati, gestisce dal 2002 gli interventi di contrasto alla tratta a scopo di sfruttamento sessuale e lavorativo nel territorio della Sicilia orientale, Città metropolitane di Catania e Messina, attraverso una rete di servizi che garantiscono protezione sociale, accompagnamento legale e sociale nella fuoriuscita dalla situazione di sfruttamento, accoglienza e inclusione sociale e lavorativa delle vittime.

Il progetto “Nuvole3” prevede attività di emersione e contatto con le vittime del grave sfruttamento sessuale e lavorativo attraverso l’attivazione di unità di strada nei luoghi di sfruttamento e la collaborazione (per quanto riguarda lo sfruttamento lavorativo) con le sedi territoriali della CGIL. Attiva costante e stabile la collaborazione con le forze dell’ordine e la magistratura nell’azione di contrasto del fenomeno in un’ottica di intervento multiagenzia.

L’associazione garantisce coi suoi operatori la consulenza alle Commissioni territoriali per il riconoscimento della protezione internazionale e dell’asilo; promuove attività informative presso le strutture di accoglienza (CAS, Sprar, Cara, Comunità Misna …) per l’individuazione delle vittime di tratta e il loro inserimento in programmi di protezione sociale; attiva iniziative formative per gli operatori del settore e partecipa a tavoli di concertazione regionale e azionale.

Il progetto prevede una rete diversificata di accoglienza e un programma di reinserimento sociale e lavorativo delle vittime mirato alla piena autonomia delle stesse, anche attraverso la sperimentazione di tirocini formativi presso aziende del territorio.

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *